Raccolta fondi 2022-2023

Raccolta fondi 2022-2023

logo fondazione RC

Seriate, 29 novembre 2022

Carissimi amici,

In quest’anno che sta per concludersi abbiamo visto cose che mai ci saremmo immaginati e mai avremmo voluto vedere: in primo luogo le violenze e i drammi di quella che il Papa ha chiamato “l’assurda follia della guerra” in Ucraina, ma anche l’acuirsi delle repressioni interne in Bielorussia e in Russia, con tutta la sofferenza che questo ha comportato e comporta, e, purtroppo, senza per il momento vedere alcuna prospettiva di pace.
Quante volte, in questi mesi di una guerra fratricida, di fronte al disorientamento e alle divisioni esistenti, ci sono tornate alla mente le parole lasciateci in consegna da padre Romano, di cui nel prossimo anno celebreremo il centenario della nascita: «Amate la Russia, nonostante tutto!».
Tuttavia, possiamo anche dire di essere stati più volte spettatori di gesti di umanità, di solidarietà, del miracolo di un’umanità irriducibile a ogni violenza. E di aver visto l’immensa gratitudine per quel po’ di aiuto che abbiamo potuto prestare, e per la nostra presenza che continua, in Russia, attraverso il Centro «Biblioteca dello spirito». Abbiamo constatato che la presenza, l’amicizia, hanno una forza persino superiore all’aiuto concreto che si riesce a offrire.

La nuova situazione ci ha dettato, quest’anno, nuove priorità, legate innanzitutto a un aiuto solidale:

Ai profughi dall’Ucraina, per i quali abbiamo cercato di predisporre le più svariate forme di ospitalità e di accoglienza, tra cui l’organizzazione di corsi di lingua italiana presso Villa Ambiveri.

• Alcune nostre famiglie, inoltre, si sono prese cura di persone e famiglie bisognose in Bielorussia e in Russia, i cui familiari sono stati condannati o costretti a fuggire per la loro opposizione al regime, oppure per sfuggire alla mobilitazione, perché non volevano imbracciare le armi in una guerra iniqua. Sovente si tratta di situazioni che richiedono un sostegno economico superiore a quello che può assicurare da sola una famiglia: ci piacerebbe, ad esempio, poter offrire dei piccoli «assegni familiari» o «borse di studio», che diano a queste persone un minimo di serenità per l’immediato futuro.

• Vi sono poi persone e interi gruppi familiari che sono dovuti riparare all’estero, senza poter portare nulla con sé, e stanno faticosamente ricostruendosi una vita, strappati da un giorno all’altro a legami, amicizie, occupazioni lavorative, sicurezze economiche. Ad esempio, persone che hanno scritto per anni articoli gratuitamente per la nostra rivista «La Nuova Europa», e ora tendono una mano speranzosi nella nostra amicizia.

Siamo estremamente grati per l’aiuto che già ci avete dato gli anni scorsi, e che ci ha permesso di realizzare tante cose, in particolare il deposito per i volumi della biblioteca Betty Ambiveri, una splendida struttura che abbiamo inaugurato nel maggio scorso. Ora comprendiamo, però, che la nostra missione consiste soprattutto nella solidarietà, in progetti di sostegno materiale ma anche culturale, spirituale – proprio come ai tempi dell’URSS, per certi aspetti – per restituire una speranza, una prospettiva di vita anche in contesti in cui la libertà viene quotidianamente calpestata.

Del resto, come ci ha sempre ricordato padre Romano, questa condivisione dell’essenziale è ciò di cui anche il nostro Occidente ha bisogno, ciò che a suo tempo ci hanno veicolato i testi del samizdat, e che oggi in qualche modo, grazie anche alla presenza a Mosca del Centro «Biblioteca dello spirito», possiamo e dobbiamo restituire ai nostri amici dell’Est, per continuare a riceverne la ricchezza e per continuare a veicolarla a nostra volta. In questo spirito abbiamo organizzato insieme a Memorial la mostra «Uomini nonostante tutto», che sta ora girando in tutta Italia, e in questo spirito vogliamo vivere le numerose occasioni di incontro, di preghiera, di riflessione e di festa che stiamo pensando per celebrare il centenario di padre Romano, e di cui vi daremo via via notizia.

Con questo spirito, certi della vostra amicizia, per continuare a rispondere alle necessità della missione, e perché i giovani di questi paesi non vedano infranti i «sogni che avevano coltivato per il futuro», ancora una volta vi chiediamo un aiuto, nelle modalità possibili per ciascuno (offerte deducibili, acquisto libri, lasciti testamentari, 5×1000).

Ringraziandovi fin d’ora per ogni sostegno che ci offrirete,

Gli amici di Russia Cristiana
FONDAZIONE RUSSIA CRISTIANA E.T.S. – Il presidente Alessandro Chierici
ASSOCIAZIONE RUSSIA CRISTIANA – Il presidente Adriano Dell’Asta

Ecco come sostenerci​:

• Fai una ​donazione con bonifico bancario, deducibile dall’imposta sui redditi nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000 euro annui (​ex art. 14, co. 1 del D.L. 14-03-2005 n. 35) ​anche per le persone fisiche​! ​
Coordinate bancarie:
Fondazione Russia Cristiana E.T.S.
IBAN: IT86 K030 6909 6061 0000 0002 326 (BIC: BCITITMM) ​causale: DONAZIONE.

Acquista il ​Calendario 2023 e gli altri libri di Russia Cristiana​. Te li spediremo direttamente a casa! Spese di spedizione gratuite per ordini di almeno € 30,00.

Disponi un ​lascito testamentario a favore della Fondazione Russia Cristiana con questa formula: «Lascio ​[indicare somma, titoli, oggetto, immobile ecc.] alla Fondazione Russia Cristiana E.T.S., Via Larga, 15 – 20122 Milano, C.F. 97110580152 perché liberamente ne disponga per gli scopi statutari​».

Dona il tuo ​5xmille​: il nostro codice fiscale è: 97110580152 (Fondazione Russia Cristiana E.T.S.)

Per informazioni scrivi a: ​silvia@russiacristiana.org​ o telefonaci.
Sede operativa: Via Tasca 36 (Villa Ambiveri), 24068 Seriate (BG)
Sede legale: Via Larga 15, 20122 Milano
Tel. +39(035)294021; ​rcsegr@russiacristiana.org

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi: