Russia Cristiana ha condiviso fin dai primi momenti l’esperienza del Meeting di Rimini, grazie al quale nel corso degli anni ha avuto la possibilità di far conoscere al grande pubblico alcuni temi della cultura russa attraverso la cura e l’allestimento di numerose mostre. Dal mondo dell’arte, con la prima mostra sulle icone nel 1982, ai grandi scrittori Dostoevskij e Tolstoj, Bulgakov e Solženicyn, ai filosofi Solov’ëv e Berdjaev. Dai temi dell’avanguardia e del dissenso all’esperienza del martirio e dell’emigrazione.

In collaborazione con istituzioni accademiche e universitarie europee, enti statali, autorevoli personalità del mondo della cultura, dal 1997 si tengono dei convegni annuali per approfondire fenomeni e avvenimenti storici e culturali finora lasciati in ombra, e offrire occasioni di riflessione nella duplice prospettiva dell’Est e dell’Ovest.

Nel 2004 Russia Cristiana ha aperto nel centro di Mosca la “Biblioteca dello Spirito” un vasto spazio adibito a libreria e centro culturale: convegni, presentazioni di libri, mostre fotografiche, proiezioni di film vogliono approfondire il dialogo con la Chiesa ortodossa, favorendo la riscoperta delle comuni radici cristiane, e offrono una proposta educativa cristiana che sia il più possibile di ampio respiro.

La passione per la cultura russa, che col tempo si è strutturata in una ricerca sistematica, ha generato molte piste di lavoro, fra le quali il database dei martiri e il database dei confessori della fede durante il totalitarismo sovietico.

Print Friendly, PDF & Email