Universalità e storie particolari. La vocazione della Chiesa

Dall’11 al 13 ottobre, si terrà a Seriate il Convegno Internazionale di Russia Cristiana, intitolato Universalità e storie particolari. La vocazione della Chiesa, un tema particolarmente stringente in un periodo come quello attuale, denso di attriti e divisioni, non solo tra le singole Chiese, ma all’interno delle stesse. Basti ricordare la recente vicenda dell’autocefalia ucraina, culminata nell’interruzione della comunione eucaristica tra Mosca e Costantinopoli, che ha importanti strascichi anche sul piano politico; o la divisione implicita ma significativa tra progressisti e conservatori nella Chiesa cattolica, che rischia di creare fazioni di fedeli arroccate dietro la propria «ideologia cristiana», che usano Cristo e la Sua Chiesa come vessillo di guerra.

Tutto ciò non deve stupire, né scandalizzare particolarmente: la Chiesa, seppur di origine e natura divina, porta in sé tutti i limiti e le fragilità dovute alla sua componente umana, e ha sempre dovuto fare i conti con lacerazioni e spinte separatiste, a partire dalle eresie dei primi secoli, passando poi per la separazione delle Chiese non calcedonesi, lo scisma del 1054, la Riforma, e in ambito ortodosso lo scisma dei vecchi credenti, le dispute tra le Chiese autocefale, fino agli ultimi eventi odierni. Dispute e divisioni di varia natura, quasi tutte generate dalla volontà pur legittima di affermare o salvaguardare esperienze e istanze particolari, che poi, per l’egoismo e i limiti umani, sono andate sempre più parzializzandosi e assolutizzandosi, portando così alla creazione di muri, chiusure, diffidenze, sospetti e accuse tra le varie comunità e le varie Chiese.
Leggi tutto l’articolo di G. Foni


Il Convegno è progettato in collaborazione con il partner russo Centro Culturale «Pokrovskie Vorota» di Mosca, e con partner italiani: l’Università Cattolica del Sacro Cuore, la Biblioteca Ambrosiana di Milano, l’Associazione italiana centri culturali.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi: