LA NUOVA EUROPA - RIVISTA INTERNAZIONALE DI CULTURA

Direttore responsabile: Marta Carletti Dell'Asta

Redazione: via Tasca 36, 24068 Seriate (BG) - Tel.: +39-035-294021 • Mail

Reg. Trib. Milano (8.11.1991) al n. 735 • R.O.C. n.3332 • Assoc. all'Unione Stampa Periodica Italiana

LA NUOVA EUROPA  5/2012

:: EDITORIALE

L’Anno della fede


:: RICOSTRUIRE IL MOSAICO

Le letture dell’Assunzione a Kiev
A Kiev, ogni settembre, si incontrano studiosi e religiosi da ogni parte del mondo per discutere su temi spirituali che sono al tempo stesso nodi cruciali della cultura moderna. Questo dodicesimo appuntamento ha dibattuto il tema della «testimonianza: tradizioni, forme, nomi». Greci, francesi, tedeschi, italiani, russi ucraini, polacchi, belgi, cechi, queste le rappresentanze nazionali. La bontà di questa formula di discussione aperta, animata dalla stima reciproca, è confermata dall’afflusso sempre maggiore di partecipanti.


Testimonianza alla verità o anelito all’unità?
di Johannes Oeldemann
Dopo aver preso brevemente in esame la concezione che le diverse confessioni cristiane hanno del proprio impegno nel movimento ecumenico, l’autore, sulla base di documenti recenti, sottolinea che un ecumenismo fine a se stesso non ha futuro se non riscopre il compito principale per cui è nato: la comune testimonianza alla Verità del Vangelo in un mondo sempre più secolarizzato.


La vita di comunità, testimonianza della Chiesa indivisa
di Alois Löser
La comunità ecumenica di Taizé mostra con la sua vita come la tensione a Dio, la passione per Cristo possano profeticamente anticipare la Chiesa nella sua verità eterna, cioè indivisa. Misteriosa-mente, questa comunità di monaci nel cuore della Francia ha sempre esercitato una grande attrazione verso i giovani dell’Est Europa. La testimonianza del priore alla conferenza di Kiev.


Comunque uno «storico incontro»
di Giovanna Parravicini
La visita in Polonia del patriarca Kirill e la dichiarazione congiunta di riconciliazione firmata il 17 agosto scorso a Varsavia, insieme al presidente della conferenza episcopale polacca arcivescovo Józef Michalik, rappresentano un segnale positivo dopo secoli di ostilità. Non è difficile dare una lettura «politica» dell’avvenimento, ma esiste un livello culturale ed ecclesiale forse ancora da scoprire, che racchiude una promessa per la Chiesa e la società di questi paesi e dell’intera Europa..


:: PIETRE MILIARI

Il senso della festa

di Aleksandr Šmeman
In occasione dell’Anno della fede, la nostra editrice ha raccolto nel volume I passi della fede una serie di conversazioni radiofoniche tenute da padre Šmeman per i credenti in URSS. Ne presentiamo alcune dedicate alle feste liturgiche del periodo autunnale. La liturgia è il «cielo sulla terra», una «reale epifania del Regno di Dio che rende possibile amarlo, sentirlo come l’unum necessarium». È la «“presenza” in questo mondo di qualcosa di assolutamente diverso, che poi illumina tutto il resto».

 

:: LIBRO-CALENDARIO 2013

Cipro: lo splendore e le ferite

di Giovanna Parravicini
Nel secondo semestre 2012 la Repubblica di Cipro ha assunto la presidenza del Consiglio dell’Unio-ne Europea. L’evento ha riportato alla ribalta una drammatica situazione, la ferita dell’occupa-zione turca nella parte settentrio-nale dell’isola che prosegue dal 1974. Il Libro-calendario 2013 curato da Russia Cristiana rappre-senta una preziosa occasione per conoscere l’isola e i suoi tesori, promuoverne la salvaguardia e riproporre il tema del rispetto dei diritti umani. Gli autori della pubblicazione sono Ioannis Eliades e Charalampos G. Chotzakoglou, due accreditati studiosi che dirigono importanti istituzioni culturali di Cipro e da anni si battono per salvaguardarne il patrimonio artistico e l’identità nazionale.


:: IL MONDO DELL’ARTE

La Gerusalemme celeste nei Racconti di un pellegrino russo

di Il’ja Semenenko-Basin
I Racconti di un pellegrino russo attestano la vitalità di questa esperienza fin nel XIX secolo, evidenziandone l’idea di «icona spaziale» in cui lo spazio quotidiano diviene simbolo e prefigurazione della salvezza. Come l’icona, anche lo spazio – reso sacro dalla presenza della Chiesa – attualizza e rende già presente l’«ottavo giorno», il mondo futuro. Tutta la terra russa si trasforma così in un’icona di Gerusalemme. Per questo in Russia si diffonde l’usanza di ricostruire in patria i «luoghi santi» della Palestina, in particolare il Santo Sepolcro.


Un cristianesimo irenistico

di Georgij Orechanov
Il confronto tra il cristianesimo di Leont’ev e quello di Dostoevskij, cioè tra un ideale religioso improntato a un severo conservatorismo e uno tutto affidato alla libertà, può aiutare a riflettere su quale dev’essere la posizione della Chiesa ortodossa nella nuova Russia secolarizzata. Il dibattito incarna la ricerca di una «teologia della cultura». Presentiamo l’intervento del prorettore dell’Università San Tichon di Mosca.
 

Il «compagno don Camillo» torna in Russia

di Ol’ga Gurevic
Una novità editoriale che ha un valore speciale: esce in Russia la prima edizione assoluta di Don Camillo. Era l’ultima lingua che mancava al lungo elenco delle traduzioni mondiali. Come un messaggio che sia arrivato finalmente a destinazione. La traduttrice racconta come è stata conquistata da Guareschi scrittore e uomo.


:: ARCHIVIO STORICO

«Allora una donna si scosse dal torpore»

di Anastasija Zavarzina
Il concorso per le scuole organizzato da Memorial vuole aiutare i giovani a scavare sotto la superficie della «grande storia» per trovare l’uomo. La ricerca di Zavarzina ci presenta la figura sconosciuta ed esteriormente «poco notevole» di Milena Semiz, emarginata e «perdente» sul piano professionale, ma che ha conservato un’individualità spiccata e libera. La sua creatività ha lasciato il segno su molte vite.


:: OPINIONI A CONFRONTO

Scandali e polemiche, e poi?

di Marta Dell’Asta
Chi ha ragione tra i liberali che accusano la Chiesa di servilismo e gli ortodossi che denunciano il laicismo montante? Torti e ragioni si dividono quasi equamente, ma i termini reali dello scontro si situano su un piano più essenziale. Vuole oggi la Chiesa russa trasfigurare il mondo? Si tratta di un momento storico per l’ortodossia.


Nuove leggi per fare una nuova Russia

di Marta Dell’Asta
La Duma ha intrapreso una serie di emendamenti alle leggi esistenti, il cui scopo è quello di precisare meglio il volto del paese. L’immagine che emerge è quella di un paese sulla difensiva, che si chiude alle influenze esterne. Ma emerge al tempo stesso anche la voce della società civile, che controbatte su un piano di parità.


:: RUSSIA CRISTIANA NOTIZIE

Un libro, un pellegrinaggio e una mail
A cura della Redazione
La presentazione a Mosca di due volumi sul martire ortodosso Sergej Mecëv, un viaggio all’insegna dell’unità della Chiesa e la mail di una lettrice: tre incisivi flash sulla vita intensa e multiforme di Russia Cristiana.

 

LEGGI UN ARTICOLO IN ANTEPRIMA