LA NUOVA EUROPA - RIVISTA INTERNAZIONALE DI CULTURA

Direttore responsabile: Marta Carletti Dell'Asta

Redazione: via Tasca 36, 24068 Seriate (BG) - Tel.: +39-035-294021 • Mail

Reg. Trib. Milano (8.11.1991) al n. 735 • R.O.C. n.3332 • Assoc. all'Unione Stampa Periodica Italiana

LA NUOVA EUROPA  1/2013

:: EDITORIALE

L’eterno nella nostra storia


:: RICOSTRUIRE IL MOSAICO

Uno sguardo sul 2012

Sergej Capnin (Intervista di Leonid Smirnov)
Nel 2012 per la Chiesa russa si è chiusa l’epoca dell’imponente processo di «rinascita» che ha visto moltiplicarsi numeri e istituzioni. Da che cosa sarà caratterizzata la nuova fase? Per ora il dato dominante è il dibattito interno sulle priorità da dare e sul «volto» con cui il cristianesimo può e deve presentarsi al mondo. Il direttore della «Rivista del Patriarcato di Mosca», intervistato dal corrispondente di «Rosbalt», indica l’importanza di riscoprire la ragione e la libertà come alleate della fede, e la necessità di un’opera educativa di vasto respiro.


Sant’Ambrogio in Russia
di Francesco Braschi
Con la presentazione ufficiale al pubblico, avvenuta a Mosca, hanno visto la luce i primi due volumi dell’edizione latino-russa dell’Opera omnia di sant’Ambrogio, promossa congiuntamente dall’Università moscovita e dalla Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano, che nel secolo scorso si era fatta già promotrice di una edizione degli scritti del suo patrono in lingua italiana, con testo originale a fronte.
L’articolo riporta integralmente
l’introduzione del cardinal Scola e la prefazione del metropolita Ilarion.


Incontri sulla «pianura russa»
di Marta Dell’Asta
Dal 31 gennaio al 2 febbraio scorsi si è svolto il convegno «Pianura russa. L’esperienza della resistenza spirituale», concepito come luogo d’incontro tra coloro che hanno a cuore la memoria e la persona. Oltre sessanta relatori di sei paesi diversi hanno dato un’immagine viva e interessante di ciò che si muove in Russia, al di là delle dimostrazioni di piazza. Organizzatore principale la Comunità delle piccole fraternità ortodosse.


Libertà in tempi bui
di Ol’ga Sedakova
Il convegno sulla resistenza spirituale è stato aperto dall’intervento di Ol’ga Sedakova, che ha disegnato i contorni di un problema sommerso quanto essenziale. Le sue parole hanno fornito il taglio interpretativo dei tre giorni di lavoro.


Parlando di memoria e di paura
di Tat’jana Avilova (Intervista  di Marta Dell’Asta)
Tat’jana Avilova, membro della Fraternità della Trasfigurazione e laureata in geofisica, attualmente si occupa delle repressioni sovietiche, perché ritiene che solo comprendendone il senso profondo si può cambiare interiormente. Anche il culto dei martiri può essere un modo per chiudere il discorso sul passato. Mentre non dobbiamo smettere di interrogarci…

 

:: ARCHIVIO STORICO

Una giornata lunga 50 anni

di Marta Dell’Asta
Pochi romanzi possono vantare un’eco così vasta e immediata come Una giornata di Ivan Denisovic di Solženicyn. Per ricordare i cinquant’anni dallo storico evento della sua pubblicazione è uscito un volume con le lettere dei lettori. Un incredibile caleidoscopio di emozioni e di prese di coscienza che si può definire epocale.


:: COLOSSEI DEL XX SECOLO

Apriamo le porte all’Ospite

di Anatolij Žurakovskij
Nei terribili anni ’20 in URSS, in cui l’arresto dei sacerdoti e la chiusura delle chiese sembravano togliere ogni speranza, un giovane prete ortodosso predicava la letizia della vita in Cristo. Proponiamo alcune prediche, raccolte dai figli spirituali dopo la sua fucilazione.


:: ITINERARI

I monasteri dei Balcani:

Itinerario in Serbia, Kosovo e Macedonia

di Anna Zacharova,

Giovanna Parravicini


:: BIBLIOTECA DELLO SPIRITO

Come portare l’ortodossia ai cinesi?

di Dionisij Pozdnjaev (Intervista  di Marta Dell’Asta)
La Cina è un paese in rapida evoluzione. Le autorità stanno perfino «aprendo» al cristianesimo, sia pure per consolidare i propri interessi. D’altra parte, fra la popolazione il numero dei battezzati aumenta vertigino-samente. In questo scenario si muove con discrezione la Chiesa ortodossa russa.



 

:: IL MONDO DELL’ARTE

Wat e Miłosz  testimoni della storia

di Gérard Conio
Il «peso» della parola, restituita alla propria responsabilità ed esperienzialità dopo la disillu-sione delle avanguardie e il bagno di sangue dei tota-litarismi, nella testimonianza di due grandi figure di poeti e pensatori del XX secolo. Aleksander Wat e Czesław Miłosz hanno attraversato i drammi della loro epoca restando fedeli alla statura umana e riproponendo il tema della poesia come ricerca di assoluto connaturata all’uomo.


:: RUSSIA CRISTIANA NOTIZIE

Un convegno per non dimenticare l’holodomor

di Rostislav Kolupaev
Al convegno del Centro Ecumenico Solov’ëv di Padova sull’Holodomor in Ucraina del dicembre 2012 ha partecipato anche Russia Cristiana, con un intervento di padre Kolupaev sugli archivi della Fondazione.


:: OPINIONI A CONFRONTO

A Cesare quel che è di Cesare…
di Angelo Bonaguro
Con il colpo di Stato comunista del 1948 la Chiesa ceca fu espropriata di tutti i suoi beni. Una legge del 2012 concepita per restituire, almeno in parte, il maltolto, è al centro di accese polemiche. Una controversia dalle radici antiche, che il canonista De Otto illustra in un suo recente libro.


«Un andarsene che è un entrare nella storia»

La stampa russa sulla rinuncia di Benedetto XVI
di Giovanna Parravicini
Roma si è rivelata vicina a Mosca, quando l’11 febbraio ha fatto il giro del mondo la notizia della rinuncia di Benedetto XVI al ministero petrino. Vicina nel senso dell’eco suscitata dalla notizia, ma vicina anche nel senso di una simpatia e di una stima personale nei confronti del pontefice, il cui gesto è risultato tanto inatteso quanto occasione di riflessione sia negli ambienti ecclesiali sia in quelli della politica e della cultura laica – da Putin a Žirinovskij. Un quotidiano, pur in mezzo a mille illazioni, ha titolato «Un andarsene che è un entrare nella storia».

 

LEGGI UN ARTICOLO IN ANTEPRIMA