COLOSSEI DEL XX SECOLO
Perchè viva la memoria


La Fondazione Russia Cristiana ha preso parte all'iniziativa di «Memorial» premiando con volumi d'arte due dei lavori partecipanti al concorso e impegnandosi a pubblicarli su «La Nuova Europa». Data la loro lunghezza, non abbiamo potuto pubblicare integralmente i due lavori prescelti, ma pur offrendone una versione abbreviata, abbiamo cercato di conservare lo stile delle autrici, sintomatico delle diverse culture da cui provengono e dell'argomento trattato. Il lavoro intitolato "L'albero della vita" offre uno spaccato di vita sovietica prezioso per la sua freschezza e la ricchezza di particolari con cui sono narrate le vicende della collettivizzazione, dell'occupazione tedesca, della guerra ecc., e si basa evidentemente su racconti della cronaca familiare. La "Vita di Michail Ersov", al contrario, è un esempio di «letteratura agiografica», e rivela la presenza di una comunità religiosa di cui qui viene fissata per iscritto una tradizione orale evidentemente già esistente. Comunità di «veri ortodossi» continuano ad esistere anche oggi, in condizioni di semiclandestinità, e questo secondo lavoro rispecchia probabilmente la vita di una di esse.