NUOVA EUROPA nr. 4/1998 (luglio-agosto)

L'utilizzo dei testi per scopi editoriali deve essere concordato con l'editore


SOMMARIO 
RICOSTRUIRE IL MOSAICO

Gli ortodossi ripensano il Consiglio Ecumenico delle Chiese

Nei festeggiamenti ufficiali per i 50 anni della nascita del Consiglio Ecumenico delle Chiese si Ë inserita una nota di aspra critica da parte degli ortodossi riuniti a Salonicco.
Accanto alla loro giusta preoccupazione di fronte ad alcune tendenze del Consiglio, resta il sospetto di un antiecumenismo di fondo. "La Nuova Europa" propone il documento finale di Salonicco con un commento di parte cattolica e di parte ortodossa.

Uniti sul "rischio educativo"
di Anna Vicini
Ortodossi e cattolici, credenti e non, insegnanti ed educatori provenienti da esperienze radicalmente diverse come possono essere quelle esistenti in Italia e Bielorussia si incontrano per interrogarsi sul valore educativo e formativo dell'insegnamento. L'educazione intesa come "rischio" corso in comune da due persone, il maestro e il discepolo, che si aiutano a scoprire la realtý nella sua interezza: cioË nel Mistero che la costituisce.

SPECIALE: PRAGA 1968: la Primavera spezzata

L'invasione della Cecoslovacchia fa ormai parte della storia. A 30 anni da quei fatti parlano alcuni protagonisti:
- L'apertura degli archivi ha fatto venire alla luce i Verbali segreti delle riunioni congiunte al Cremlino in cui fu deciso l'intervento armato. Presentiamo ampi stralci di un documento storico unico, inedito in italiano.
- In un'intervista, Vittorio Strada racconta, attraverso le tappe movimentate e inedite della sua biografia, il cammino critico che dopo Praga ha portato diversi intellettuali ad abbandonare il socialismo.
- Larisa Bogoraz, protagonista ormai dimenticata del grande dissenso, ricorda la manifestazione di protesta sulla Piazza Rossa di uno sparuto gruppetto di russi. Scandendo lo slogan "Per la nostra e la vostra libertý" hanno salvato la dignitý di una nazione.

ANTICIPAZIONI: "Solovki, le isole del martirio"

Ampio stralcio dal volume fotografico in uscita presso R.C. Edizioni, dedicato al lager delle isole Solovki, nel nord della Russia, indicato come "uno dei Colossei del XX secolo". In un appassionante racconto, tratto dalle testimonianze dei sopravvissuti e corredato da rare foto d'epoca, si coglie il nascere del lager che sarý l'origine dell'intero sistema concentrazionario sovietico. Oltre che un atto di accusa contro le atrocitý del regime, il libro Ë una grandiosa testimonianza di umanitý e di fede.

OPINIONI A CONFRONTO

Il petrolio della discordia
di Robi Ronza

Caucaso, Cecenia, Mar Nero e Caspio. Immensi interessi si muovono in queste regioni e dietro i conflitti che spesso le agitano. Interessi legati in buona parte all'oro nero. CiÚ che potrebbe diventare fonte di sviluppo viene utilizzato come puro strumento di dominio. Sacrificando senza scrupoli l'esistenza di intere popolazioni.

ARCHIVIO

PicoSearch


Torna alla "Nuova Europa"