MarČiSin Petr

stampa
laico cattolico

Petr vive a Charbin (Cina) ed è collaboratore della missione cattolica. Insegna matematica nella scuola dei padri mariani e rimane sul posto sia durante l’occupazione giapponese che all’arrivo dell’esercito cinese. Il 22 dicembre 1948 viene arrestato dalla polizia comunista cinese che lo consegna ai compagni della polizia sovietica. Petr è rinchiuso nella prigione di Čita, dove è sottoposto a tortura. Nel novembre del 1949 è condannato a 25 anni di lager da scontare a Tajšetlag dove muore in data sconosciuta.