UCRAINA



Il viaggio non è un pellegrinaggio in senso stretto, ma comporta un’ampia parte relativa alla conoscenza della storia e della spiritualità cristiane dei luoghi visitati. Accanto ai tesori d’arte si visiteranno anche luoghi della memoria, come il museo Chernobyl, le fosse comuni di Bykovnia e piazza Majdan.
Alle icone della Rus’ di Kiev e ai mosaici della Cattedrale di Santa Sofia e di San Michele al Tetto d’oro è dedicato il calendario 2016 di Russia Cristiana, “Qui Dio dimora con gli uomini”

PROGRAMMA SINTETICO

1° giorno ITALIA/LEOPOLI (LVIV)
Al mattino ritrovo in aeroporto. Operazioni di imbarco e partenza per Leopoli. Arrivo, sistemazione in albergo e passeggiata nella città, sin dal medioevo crocevia della tradizione latina e di quella orientale. Cena e pernottamento in albergo.

2° giorno  LEOPOLI
Visita al complesso della cattedrale greco-cattolica di San Giorgio. Escursione al Monastero studita di Maria Assunta di Univ, a 40 km circa da Leopoli. Visita a Zhovkva e al monastero basiliano di S. Nicola a Krechiv, immerso in un bel parco naturale. A fine ‘800 è stato uno dei focolai di rinascita del monachesimo ucraino e con l’arrivo delle truppe sovietiche è diventato un luogo-simbolo di martirio.

3° giorno LEOPOLI-KIEV
Visita alla Cappella Bojm, patrimonio dell’Unesco, vicino alla cattedrale latina. Ingresso al Monastero basiliano di S. Onofrio. Visita a Shevchenkivsy Gai, museo all’aperto di architettura popolare e di vita rurale. Nel pomeriggio trasferimento a Kiev in treno e arrivo in serata.

4° giorno KIEV
Mattina dedicata alla visita di Kiev: le Porte d’Oro, ingresso nella cattedrale di Santa Sofia, sopravvissuta alle invasioni tataro-mongole e alle varie guerre. Quindi visita al monastero di San Michele dalle cupole d’oro, la vecchia collina e la  Chiesa di Sant’Andrea. Ingresso alla  Casa-museo di Michail Bulgakov, visita alla chiesa di San Nicola sulle acque.

5° giorno KIEV
Visita al vecchio quartiere bessarabo, con il mercato. Quindi, ingresso alla cattedrale di San Vladimir principale tempio della Chiesa ortodossa ucraina. Collina di San Vladimir, un bel parco sulle pendici di una delle alture che circondano Kiev, con  il monumento a San Vladimir il Grande. Secondo la tradizione, proprio in questo luogo, sulla riva destra del Dnepr, nel 988, avvenne il battesimo di massa della Rus’ di Kiev per volontà del gran principe Vladimir. Parco e palazzo di  Mariyinskiy. Visita al Monastero delle Grotte nella Kievo-Pečerskaja Lavra.

6° giorno KIEV / giornata dedicata alla Memoria
In mattinata  visita al museo di Chernobyl. Chiesa di San Cirillo (capolavoro del pittore Vrubel’). Si procede poi per visitare Babiy Yar, parco e memoriale sul luogo dell’eccidio compiuto dai nazisti, che nel 1941 uccisero più di 30.000 ebrei. Quindi visita alle fosse comuni di Bykovnja nelle quali l’NKVD, la polizia segreta sovietica, seppelliva migliaia di giustiziati “nemici dello stato sovietico”.

7° giorno KIEV-ITALIA
Passeggiata sulla Piazza Majdan, testimone dei drammatici avvenimenti iniziati nell’autunno 2013 ma esplosi dopo il gennaio 2014 con l’occupazione della piazza. Altre visite eventuali. Trasferimento in aeroporto e partenza per l’Italia.

Durante il viaggio-pellegrinaggio si effettueranno incontri con realtà cristiane locali.
Questo programma è orientativo e può essere variato nel percorso.

 

Commenti chiusi