BALTICI



I tre paesi baltici racchiudono un passato storico molto ricco e spesso drammatico, non ultimo il recente periodo sovietico. Nella loro diversità, le città medievali delle Lega Anseatica: Tallinn Riga, Vilnius affascineranno il visitatore che avrà pure modo di apprezzare la bellezza degli ampi parchi e foreste immersi nella splendida natura del nord. 

PROGRAMMA SINTETICO

1° giorno ITALIA/VILNIUS -TRAKAI (30 km)  – VILNIUS
Ritrovo dei partecipanti in aeroporto. Operazioni di imbarco e partenza. Arrivo in aeroporto a Vilnius, incontro con guida locale e partenza per la visita al bel castello di Trakai. Si procede poi per Vilnius, la capitale della Lituania.

2° giorno VILNIUS
Visita guidata della vecchia città medievale e barocca, con l’antico Municipio, la chiesa dei Santi Pietro e Paolo, la Vecchia Università, la Torre di Gediminas, la Cattedrale di San Stanislav e la Cappella della Madonna dell’Aurora. Visita al museo del Genocidio, che raccoglie importanti testimonianze del recente dominazione sovietica.

3° giorno VILNIUS – ŠIAULAI (215 km) – ŠVENTOJI (135 km)
Partenza per Šiauliai e visita alla Collina delle Croci, uno dei luoghi sacri della Lituania cattolica, testimonianza impressionante della fede popolare. Durante il tragitto, se possibile, si farà una sosta per una breve visita di Kaunas. Trasferimento a Sventoji.

4° giorno ŠVENTOJI/Escursione penisola di Neringa – RIGA (310 km)
Trasferimento al porto di Klaipeda e imbarco con pullman sul traghetto (15’ circa di navigazione). Prosecuzione in pullman  nella penisola di Neringa – Patrimonio Unesco – una sottile striscia di terra di  98 km (metà nell’enclave russa di Kaliningrad) che separa la laguna dei Curi dal Mar Baltico. Visita della grande duna di Nida, una delle maggiori d’Europa. Passeggiata nella cittadina, con ingresso alla casa dei pescatori. Rientro con il traghetto a Klaipeda e trasferimento nell’altra città della lega anseatica, Riga, la capitale della Lettonia.

5° giorno – RIGA
Visita guidata a piedi della città vecchia che è inserita tra i Patrimoni dell’Umanità in particolare per i suoi oltre 800 edifici in stile Art Nouveau. Soste a: distretto Art Nouveau con le case in stile liberty, chiesa dei Santi Pietro e Paolo,  monumento alla libertà, torre delle polveri, chiesa cattolica di S. Giacomo del 1225, sede dell’Arcidiocesi, i “tre fratelli”, Opera House. Nel pomeriggio, partenza per un’escursione al Museo etnografico all’aperto di architettura in legno (Brivdabas muzejs – 10 km. da Riga) presso il lago di Jugla. Rientro a Riga.

6° giorno – RIGA – PARCO GAUJA (50 km) – RIGA
Partenza per  visita al Parco Nazionale Gauja, che racchiude le rovine del castello di Sigulda (visita esterna). Ingresso al parco Gutmanala e al piccolo castello di Turaida, recentemente restaurato. Proseguimento per Riga.

7° giorno – RIGA – PARNU (185 km) – TALLINN (310 km)
Partenza per Pärnu piccola ma importante cittadina – fondata nel 1241 dai Cavalieri dell’Ordine teutonico. Nel pomeriggio partenza per trasferimento a Tallinn, capitale dell’Estonia.  Arrivo, passeggiata per un primo contattato con la città.

8° giorno – TALLINN/ ITALIA
Mattinata dedicata alla visita della città: il centro, giunto a noi quasi intatto: la chiesa ortodossa di S. Aleksandr Nevskij, il Castello di Toompea (esterno), un tempo residenza dei feudatari, la piazza del Mercato con il Municipio, imponente edificio in stile gotico, il vecchio orologio, la Porta del Mare, sovrastata a destra dalla Grassa Margherita la più grande torre della città, il Duomo. Breve giro panoramico, con sosta al nuovo stadio e partenza per Pirita, nei dintorni di Tallinn, ove si visiteranno le rovine del convento di Santa Brigida (Pirita klooster) del 1400. Ingresso al palazzo di Kadriorg, sede di una importante pinacoteca e passeggiata nell’omonimo parco, con una superfice di 100 ettari. Trasferimento in tempo utile in aeroporto e partenza per l’Italia.

Durante il viaggio-pellegrinaggio si effettueranno incontri con realtà cristiane locali.
Questo programma è orientativo e può essere variato nel percorso.

Commenti chiusi