EVANgelista matteo

 

 

Matteo era di Cafarnao, dove faceva il gabelliere quando Gesù lo chiamò fra gli Apostoli. Ebreo, scrisse in lingua ebraica fra il 42 e il 50, e tradusse poi in greco il suo Vangelo che tutti i Padri ritengono sia stato il primo. Nell’icona Matteo è intento e pensoso, fra gli strumenti dello scrivano; sullo sfondo dello scriptorium è visibile, fra alberi e cespugli di rose, il tempio di Gerusalemme, mentre nel cielo appare fra i nimbi la mano benedicente di Dio, perché ciò che è rappresentato accade per Sua volontà.