Evangelista Giovanni

 

 

Giovanni, originario di Betsaida e pescatore sul lago di Genezaret fu, insieme al fratello Giacomo il Maggiore, il discepolo prediletto al quale il Maestro in punto di morte sul Calvario affidò sua Madre. Ed appunto con Maria egli visse a Efeso fino alla morte di lei. I Padri unanimemente gli attribuiscono tre Lettere, l’Apocalisse e il quarto Vangelo, che viene definito «Vangelo dello Spirito». Nell’icona san Giovanni è rappresentato già vecchio, seduto in meditazione presso il libro del suo Vangelo, aperto sulle prime parole del prologo, mentre già cala la sera sulla città di Efeso, rappresentata dalla costruzione alle sue spalle in cui è forse ravvisabile la biblioteca di Celso. In alto è visibile, fra le stelle della sera, la mano benedicente di Dio.